Il walkabout sciama (usiamo questo termine per sollecitare l’idea di libertà esplorativa, proprio come quella delle api tese a raccogliere nettare ognidove) HLJ Fashion Garden Flower Stand Mensola a Fiori Multi-Strato Coperta Balcone Flower Stand Soggiorno Flower Pot Rackper il teatro (fai caso: il termine è lo stesso sia per il valore intrinseco, il linguaggio, sia per il luogo), nei suoi tanti spazi appena ristrutturati, con una nuova foresteria molto ben concepita. Ci si infila negli uffici, sbirciando sui desktop come si articola la corvè quotidiana di un’impresa sociale che fa dell’offerta culturale un servizio pubblico a tutti gli effetti (alcuni stanno già lavorando sul prossimo anno scolastico, per il coinvolgimento dei più piccoli nelle attività laboratoriali). C’è un’attività battente (sulle tastiere), anche perchè è in corso il festival HLJ Fioriera per Interni Fioriera per Fiori Fioriera per balconi (Dimensione L 35 24 100cm) dove di fatto è accolta questa iniziativa. Passiamo per i camerini doveHTdeco - Sculpture 100 % bronze - Statua in Bronzo - la Coppia di Ballerini russi accanto agli specchi primeggiano le foto di alcuni maestri del teatro contemporaneo, Peter Brook, Leo de Berardinis, Antonio Neiwiller, solo il fatto di raccontare le storie di questi uomini straordinari, con cui Koreja ha interagito, espande la coscienza verso un mondo culturale di cui gli spettacoli sono solo la punta di iceberg.Da lì si entra nel palcoscenico dove si percepisce un particolare odore…Si gioca questa percezione con  una battuta: il teatro è un luogo in cui si fa ampio uso di canapa…E’ quella per le corde che fanno da tiranti. Ricordiamo ancora la risata fragorosa di Toni Servillo con i tanti urbanexplorer sul palcoscenico del Teatro Argentina a Roma. Arriviamo nella stanza della direzione dove con Salvatore Tramacere interpretiamo i segni disseminati in quel suo “pensatoio”, dalle maschere balinesi alle foto che delineano un pantheon affettivo, dall’incontro con Nicola Savarese ad icone come Maradona e il maresciallo HLJ Lampada da parete europea piena di rame Lampada da corridoio europea Lampada da giardino esterna Lampada da giardino esterna impermeabileTito. Nella mensa conviviale concludiamo con un gelato offerto da una delle ospiti della foresteria, in partenza, dopo aver collaborato con Koreja come attrezzista teatrale. C’è vita in un teatro che si rivela laboratorio di urbanità.

Il nostro “Living Lab” si trasferisce alle Officine Cantelmo dove i giovani del MYA espongono le caratteristiche del progetto e su questo innestiamo un ragionamento su uno degli aspetti cardine della progettazione in corso: l’Audience Engagement, inteso non solo come promozione dei consumi culturali, ma come coinvolgimento attivo degli spettatori-cittadini in contesti relazionali che qualifichino il loro ruolo di prosumer: i produttori-consumatori di senso partecipato. Tra le soluzioni rilevate c’è quella del sentiment analysis tesa ad elaborare le parole chiave correlate alla percezione degli eventi culturali, per estrarre (sia attraverso l’uso di hashtag profilati e interazioni sui social media sia in altre forme di feedback) non solo opinioni (opinion mining) ma orientare linee d’indirizzoHTZ Basamento Del Basamento Del Fiore Del Basamento Del Basamento Del Fiore Del Basamento Del Basamento Del Basamento Del Basamento Del Fiore Del Supporto Del Basamento Del Fiore Del Pino Di 6 Strati sulle strategie d’innovazione culturale. HLJ personalità da Giardino Flower Stand Stand da Fiore Indoor Stand da Fiore di Moda Semplice Rack di Fiori in Legno CreativoUn contesto proprio dell’ambito teatrale, dove attraverso una particolare cura dell’arte dello spettatore (il teatro dopotutto deriva dal concetto theatron che sottende la pratica dello sguardo) invera da sempre un’interazione sensibile con lo spettatore-cittadino attivo. Mentre parliamo, alle nostre spalle si proietta la tag cloud colorata del visibletweet (con hashtag HLJ Stand Multi-Funzione di Fiori Interni di personalità Stand di Fiori di bambù semplici ed Eleganti Giardino Creativo Balcone Flower Pot Rack) che espande in una sorta di “quarta parete” alcuni appunti condivisi all’istante via twitter. Il dibattito si estende poi in città, in un walkabout serrato per le vie del centro; la conversazione radionomade ci permette di cogliere sfumature del discorso che sarebbe difficile fare emergere in un dibattito frontale, parlare “di fianco” fa la differenza.

Si effonde uno spirito congeniale, con ritmo di pensiero incalzante, in cui si cerca affrontare quell’idea, ironica quanto basta, di “social karma” rivolta ad uno sviluppo strategico della piattaforma da realizzare. Ovvero: come valorizzare il rapporto con gli spettatori-produttori di senso partecipato? Non si basa solo su un principio di marketing del pubblico. Si tratta di come targetizzare la relazione con le diverse fasce dell’utenza culturale (dai bambini agli anziani, dagli stakeholder alle comunità migranti), innestando sia elementi di fidelizzazione sia soluzioni di gamification per inventare pratiche di coinvolgimento più raffinate. Emergono le criticità: il rischio di condizionamento, i tic da fidelizzazione come accade con i punti del supermercato, l’abuso di privacy, la deriva da controllo totale come rischia di accadere in Cina con la diffusione del social credit, la tracciatura impunita della scia reputazionale come già succede con i social media, etc. Siamo d’accordo, il gioco è banale e complesso al contempo. E se fossero proprio i sistemi dell’impresa sociale  culturale a misurarsi con questa complessità che comporta l’interazione con i cittadini più avvertiti? La realtà pugliese, grazie a operazioni di ampio respiro come Principi Attivi e Bollenti Spiriti, capaci di dinamizzare e orientare una creatività diffusa nelle nuove generazioni, è forse uno degli ecosistemi più capaci di affrontare questo tema strategico. Quello che può permettere di riconoscere  all’arte dello spettatore il ruolo di driver di una nuova rete del valoreHTZ Tela Impermeabilizzata Impermeabile Spessa E Trasparente, Isolamento Acustico A Prova Di Pioggia Del Balcone Di Impermeabilizzazione All'aperto Della Pioggia A+ ( dimensioni 3x11m ), precisa, riconoscibile, misurabile in una sua articolazione nel web, su piattaforme emancipate dai soliti social. A Lecce in particolare, con una delle giunte più progressiste d’Italia, ci sono le condizioni per avviare un’esperienza modello, tesa a coniugare, con intelligenza e sensibilità, sistemi culturali e media, riconoscendo un senso compiuto ai processi partecipativi perché non siano solo “foglie di fico”. Per dimostrare che il futuro digitale passa attraverso il senso naturale delle cose, a partire dall’effettiva, empatica, relazione tra le persone.

Per giocare i media e non esserne giocati.

A Treia (Macerata), partecipiamo al HLQW Cremagliera Bianca Europea del Fiore, Balcone di Arte del Ferro dell'interno multipiano, Salone, clorofluo, Salotto verde, scaffale del Vaso da Fiori del Tipo del Pavimento. promosso da Symbola che fino al 6 luglio, tratta di Empatia e Tecnologia per costruire il futuro. C’è bisogno di una società e di un’economia più empatiche in cui creatività, ricerca e tecnologia danno vita a nuovi processi di produzione di beni e servizi, si incrociano con il patrimonio di mestieri e saperi tradizionali e si alimentano di bellezza, relazioni e valori. Il rapporto I.T.A.L.I.A., acronimo e racconto dell’identità produttiva e sociale italiana – dall’Industria al Turismo, dall’Agroalimentare al Localismo, dall’Innovazione all’Arte e alla Cultura – è un viaggioHUAIX Home Muro di Ferro Appeso Vaso di Fiori verde pianta Appeso a Parete Fiore Appeso a Balcone Interno Appeso Fiore Stand di Fiore Stand (colore Ottone) di scoperta in un Paese che ha i talenti e le risorse per guardare negli occhi il futuro. Noi ci saremo, facciamo parte del comitato scientifico di Symbola.

 

Si segnala:

  • La sesta edizione del Festival Internazionale di Teatro Arte e Nuove Tecnologie HLQW Cremagliera del Vaso di Fiori al Coperto Multi-Strato di Fiori in Legno masselloche si svolgerà a Cagliari nel novembre 2019 presso lo Spazio OSC – Open Scena Concept di Kyber Teatro, per cui si lancia la call internazionale. Saranno accolti progetti di spettacoli teatrali, performance, installazioni che indagano e realizzano l’interattività tra opera, spazio e fruitori utilizzando le nuove tecnologie. Scadenza protratta al 2 luglio 2019. Urban Experience è partner.
  • La proposta di ZAPPATA ROMANA per realizzare, nei diversi quartieri di Roma, orti urbani nell’ambito del Bilancio Partecipativo di Roma Capitale 2019. Se ne parla qui.

Parlare di futuro comporta il superamento di qualsiasi stereotipo della paura a partire da quella della differenza etnica (e non solo) e  dell’invasione dei popoli in fuga… Il fatto è che le migrazioni sono un dato strutturale del mondo globale e come tale vanno affrontate, elaborando nuove strategie sociali, economiche, culturali e artistiche.

In una situazione come quella che stiamo vivendo, con estremismi emergenti, la diffusione e il rafforzamento dei muri, emerge l’esigenza di creare uno spazio di dibattito e confronto per la comunità, per pensare insieme e mettersi in ascolto reciproco e trovare un nuovo alfabeto comune.

Il Festival si svolgerà dal 25 al 29 settembre 2019, con incontri, dibattiti, approfondimenti tematici, spettacoliHLQW Legno massello, Pizzo verde, Parete, fioriera, Balcone, Parete ad Angolo, fioriera, Sospensione sospesa a Parete. (Dimensione 130) teatrali, proiezioni, concerti, attività laboratoriali e momenti conviviali. Il tutto concentrato nella zona di Porta Palazzo e Borgo Dora, quartiere simbolo della multietnicità, tra gli spazi di San Pietro in Vincoli, Scuola Holden e Cottolengo.

Il Festival sarà anticipato da due giornate il 22 e il 29 giugno, all’interno di “EverGreen Fest”, dedicate a incontrare le Associazioni del territorio e i referenti di progetti realizzati nel territorio del Nord Ovest (Piemonte, Liguria e Val D’Aosta), che si occupano di migrazione, per riflettere sulle prospettive di un lavoro in rete e condividere proposte di partecipazione durante le giornate di settembre.

 

USCIRÀ IN EDICOLA A SETTEMBRE 2019 SU LA NUOVA ECOLOGIA NELLA RUBRICA URBAN EXPERIENCE

Ci troviamo intorno all’enorme tavolo quadrato e specchiato che riproduce la mappa della Roma plurale: è un buon posto per un incontro che s’interroga su come rigenerare questa città così sfasata. E’ da qui che si parte con un ragionamento proiettato sul destino di Roma già inscritto nella sua matrice. Roma è l’unica città romana che non ha un castrum, l’impianto urbanistico impostato sull’accampamento delle legioni militari, cosa che nell’antica Roma era inconcepibile. Gli eserciti dovevano risiedere fuori le mura. Non c’è un asse interno perpendicolare (cardo e decumano) su cui sviluppare la sequenza di quadrilateri dei quartieri bensì una chiara proiezione verso l’esterno, con il sistema radiale delle vie consolari, direzione dello sviluppo ideale dell’antica Roma con le migliori domus, proprio in quelle zone definite per tanto tempo i suburbi, prenestino e casilinoHuajia Mensola per Fiori a piantana, espositore per Piante Verdi, portafiori per Fiori per Interni ed Esterni, mensola per Fiori assemblata (colore Bianca, Dimensioni 58 Centimetri), tra gli altri. Insomma Roma il suo futuro potrà trovarlo nelle periferie, come il suo passato. E’ un tema cruciale che riguarda l’intero sistema-Paese che per decenni ha sottovalutato la marginalità delle periferie, come, per altri versi, quella delle aree interne, come è emerso qualche giorno fa nel summit su HLQW Portabottiglia Europea, Lour verde carnosa, Chlorophytum, Mensola Pieghevole per Fiori Coperta, Cremagliera Multi Pavimento per atterraggio, Nera. che abbiamo condotto a Matera. Ma il punto di questo incontro non sono i temi, i contenuti (che non ci mancano certo) ma i modi, le forme, i metodi. Il talk cambia registro e focalizziamo alcuni aspetti, come quelli pertinenti il concetto di “smart community” affrontato 10 anni fa con Stati Generali dell’Innovazione, ente che abbiamo contribuito a fondare, sviluppando soluzioni formative indirizzate verso le strategie resilienti per la partecipazione, come <HM 2 portapalline a File, Supporto per Piante di Piccole Dimensioni, Rack per Scale a fioriera Multi-Livello. Iniziamo quindi a trattare delle nostre modalità, scandagliando il nostro ethos politico-poetico.

Walkabout è un format di performing media in cui conversazioni peripatetiche si combinano con trasmissioni radiofoniche nomadi, per un’esplorazione partecipata. Una suggestione di fondo è in quella parola inglese che rimanda al viaggio rituale che gli australiani aborigeni intraprendono attraversando a piedi le distese dell’outback, le aree interne più remote che si estendono in quelle semi-desertiche del Bush. Urban Experience gioca con questa definizione, rilanciando così le esplorazioni urbane che coniugano cose semplici come passeggiate e conversazioni con le complessità inedite del Performing Media-storytelling in cui la narrazione partecipata è inscritta nell’azione ” aumentata ” dall’uso dei media radio e web. Queste conversazioni nomadi caratterizzate dall’ausilio di smartphone e cuffie collegate ad una radioricevente (whisper radio) permettono di ascoltare le voci dei walking-talking heads e repertori audio predisposti, in un flusso radiofonico che viene, spesso, trasmesso in streaming via webradio e georeferenziato (come vedi in questo report).

Partecipare ai processi senzienti delle comunità (tendenzialmente sempre al plurale), cercando di sottrarre le modalità rappresentative, enunciatorie e frontali, dare voce ai partecipanti sollecitati in una conversazione congeniale è la soluzione che cerchiamo per espandere le potenzialità dei cittadini più avvertiti. E’ una condizione che si esprime al di qua delle diverse forme di governance amministrativaHMJZ Treppiede per Esterni Portatile Pieghevole Piccola Sedia a Sdraio a Tre Gambe Escursionismo Campeggio Pesca Picnic Beach BBQ Travel Backpack Garden Seat e di democrazia rappresentativa, per liberare un ruolo attivo che per troppo tempo è rimasto inespresso o limitato in una condizione implicita e trincerata nell’area di generiche rappresentanze. L’obiettivo è dissodare i territori, attivando brainstorming e rilevando i picchi di attenzione e motivazione orientati verso orizzonti condivisibili. Una città , il suo essere spazio pubblico, ha bisogno delle idee e delle competenze di chi la abita, di cittadini che siano in grado d’interpretare, da diversi punti di vista, le dinamiche della loro città , intesa come spazio pubblico urbano. Il punto sostanziale è, a questo punto,  quali forme dare alla partecipazione, riconoscendo in primo luogo il modello multistakeholder, che contempla la molteplicità  dei punti di vista dei vari portatori d’interesse, sulla base di una visione e una competenza più orizzontale (quale il radicamento in un territorio) piuttosto che verticale ( i professionisti e i politici). In questo senso come Urban Experience abbiamo messo a punto una metodologia che definiamo Holiday Time Feeding Doe 71,1 cm Christmas Lighted yard Decor tesa ad intercettare non solo i bisogni che emergono nelle comunità ma anche quelle proiezioni ideali e il desiderio di coesione territoriale che sottende concordia e consapevolezza delle peculiarità di un ecosistema.  In questa intervista pubblicata Home experience Scaffale per Piante a più Strati Scaffale per Piante Espositore per scaffali per Ufficio (Dimensioni 3 Tiers)emergono dei tratti indicativi, relativi ad un’attività svolta in Lucania negli anni scorsi.

Il talk s’è concluso con un walkabout-dibattito peripatetico che ha permesso di mettere in pratica alcune di queste modalità, parlando “di fianco” e non di fronte, in una conversazione serrata, con un suo ritmo, prima all’interno del MACRO Asilo, cogliendo alcune particolarità di questo Museo d’Arte Contemporanea che si è fatto spazio pubblico, autentico laboratorio di urbanità e poi “fuori” nellaHome warehouse Arte del Ferro Nordico Supporto per Fiori Balcone Soggiorno Piantana per Fiori Piantana per Fiori Decorazione Mensola Attrezzo per Giardinaggio,bianca città.Sciamando per le strade del Nomentano abbiamo riflettuto proprio sul concetto di “Entrare Fuori”, coniato dallo psichiatra Franco Basaglia per definire quella straordinaria rivoluzione che nel 1978 chiuse i manicomi aprendo la società: rendendola più ampia, più inclusiva, più emancipata. Fu un importante e radicale gesto politico che fece riflettere su come interpretare la Differenza, un detonatore di conflitti. Uno dei modi migliori per affrontare un conflitto è il dialogo, certo. Il punto è nel come lo eserciti. Camminando, rompendo lo schema frontale in cui ci si arrocca, interagendo con più voci, sottraendo prosopopea, creando connessioni, liberando pensiero laterale. E’ per questo che il walkabout radionomade è un format rivelatore: ti ritrovi in un flusso in cui le informazioni si carambolano, acquistano una tale dinamicità da rendere plausibile la condizione abilitante dell’esplorazione non solo rivolta all’esterno ma anche all’interno, nella coscienza di chi muovendosi per la città condivide il proprio sguardo con gli altri. Tutto questo è incredibilmente divertente, come in un gioco. I luoghi e i paesaggi umani che vi sono inscritti diventano i pretesti per sviluppare dei ragionamenti in libertà (come la storia dei bersaglieri ebrei che spararono per primi per fare breccia a Porta Pia, incuranti della scomunica papale; storia tirata fuori quando ci infiliamo in un condominio eretto intorno alla collinetta da cui partì la prima cannonata). Si comprende ad un certo punto che “entrare fuori” è una sensibilità aperta alla reciprocità, alla condivisione degli sguardi e in prospettiva alla possibilità di ricombinare i diversi spunti per distillare anche eventuali strategie d’intervento. Ciò può accadere quando un walkabout viene inserito in un processo più articolato, innervato ad un set di decantazione e organizzazione dei dati, incrociando bisogni e desideri, criticità e opportunità. Nel frattempo si è reso palese che il punto di partenza è quello di rompere gli schemi, “stropicciarsi” un po’, per diventare più porosi e così assorbire quell’intelligenza connettiva che permette di liberare resilienza urbana.

A Lecce, a Officine Cantelmo (Viale M. de Pietro 8), giovedì 27 giugno, alle ore 18, si svolge – nell’ambito di IL TEATRO DEI LUOGHI FEST promosso da Cantieri Teatrali Koreja – l’incontro Home warehouse Ripiano per Fiori da Terra, Interno oro Ferro Art Vaso da Fiori mensola Decorazione Ufficio Basamento vegetale fioraio fiorista,70 17CM con Carlo Infante-Urban Experience e Progetto Mya. Home-FLW Mensola in Metallo con 2 Ripiani in Metallo per scaffale da 2 Fiori per Vaso da Giardino (Dimensioni 60x23x125cm)Un brainstorming sulla co-creazione di una piattaforma digitale funzionale alle imprese culturali salentine che operano nel Distretto Produttivo Puglia Creativa. Uno degli aspetti cardine della progettazione in corso riguarda l’Audience Engagement, inteso non solo come promozione dei consumi culturali, ma come coinvolgimento attivo degli spettatori-cittadini in contesti relazionali che qualifichino il loro ruolo di prosumer: i produttori-consumatori di senso partecipato.Tra le soluzioni rilevate c’è quella del sentiment analysis tesa ad elaborare le parole chiave correlate alla percezione degli eventi culturali, per estrarre (sia attraverso l’uso di hashtag profilati e interazioni sui social media sia in altre forme di feedback) non solo opinioni (opinion mining) ma orientare linee d’indirizzo sulle strategie d’innovazione culturale. Un contesto proprio dell’ambito teatrale, dove attraverso una particolare cura dell’arte dello spettatore (il teatro dopotutto deriva dal concetto theatron che sottende la pratica dello sguardo) invera da sempre un’interazione sensibile con lo spettatore-cittadino attivo.

A Castro, all’interno del festival AtFest – Art & Technology , sabato 29 giugno, alle 21,30 partirà il  walkaboutHome-FLW Vaso per Fiori in Legno Mensola Ambientale Multistrato per Piante da Giardino Stand per Esterno Interno (colore with guardrail). Esplorazione partecipata tra le installazioni del festival condotta da Carlo Infante – Urban Experience. Sciameremo, conversando grazie ai sistemi whisper-radio, in giro per Castro per cogliere i segni di luce dislocati tra le mura medievali del borgo salentino. Incontreremo gli autori e incroceremo – in un esercizio ludico-partecipativo di “audience engagement” – le loro visioni con le percezioni degli spettatori-cittadini attivi che saranno coinvolti nel performing media storytelling radio-nomade.

Si segnala:

  • Il Hongge Lampade Solari A 256 LED da Esterno, Luce di Inondazione Solare Esterna 100W Proiettore Solare Impermeabile Sicurezza Flood Spot Parete del Giardino promosso da Symbola che, dal 2 al 6 luglio a Treia (Macerata), tratta di Empatia e Tecnologia per costruire il futuro. C’è bisogno di una società e di un’economia più empatiche in cui creatività, ricerca e tecnologia danno vita a nuovi processi di produzione di beni e servizi, si incrociano con il patrimonio di mestieri e saperi tradizionali e si alimentano di bellezza, relazioni e valori. Il rapporto I.T.A.L.I.A., acronimo e racconto dell’identità produttiva e sociale italiana – dall’Industria al Turismo, dall’Agroalimentare al Localismo, dall’Innovazione all’Arte e alla Cultura – è un viaggio di scoperta in un Paese che ha i talenti e le risorse per guardare negli occhi il futuro. Noi ci saremo, facciamo parte del comitato scientifico di Symbola.
  • La sesta edizione del Festival Internazionale di Teatro Arte e Nuove Tecnologie HONGLI Americano Moderno Lusso Semplice Continentale K9 Cristallo Ferro E27 Studio Camera modello Camera da letto lampada comodino 30 52che si svolgerà a Cagliari nel novembre 2019 presso lo Spazio OSC – Open Scena Concept di Kyber Teatro, per cui si lancia la call internazionale. Saranno accolti progetti di spettacoli teatrali, performance, installazioni che indagano e realizzano l’interattività tra opera, spazio e fruitori utilizzando le nuove tecnologie. Scadenza: 30 giugno 2019. Urban Experience è partner.

‘L’uomo abita quando riesce ad orientarsi ed identificarsi in un ambiente, allora gli spazi in cui la vita si svolge devono essere luoghi nel vero senso della parola.Spazi dotati di caratteri distintivi’. (Martin Heidegger)

Ho voluto introdurre il riferimento al Genius Loci per Vigna Murata come simbolo della volontà di ristabilire il legame tra architettura e il suo ambiente, spazi naturali e spazi antropizzati, un legame che mio padre, Gianfranco Moneta, ha derivato non solo dal suo interesse per la storia, ma anche e sopratutto per la filosofia. Il Genius Loci cerca di mantenere un equilibrio congeniale tra gli elementi naturali e le culture, rappresentazioni molteplici dell’essere. Nel passato l’abitare era ritenuto sacro e la scelta di come insediarsi rappresentava un momento sacro in quanto il luogo scelto era quello in cui si sarebbe in futuro esercitata la sacralità dell’abitare il microcosmo in simbiosi con il macrocosmo. Vigna Murata, al contrario di molti ‘fallimenti’ dei grandi complessi residenziali degli anni ’60 e ’70, si pone progettualmente in modalità dialettica con il luogo e la storia; Storia comeHUANZI Tovaglie in Lino Nordico Decorazioni Natalizie Tovaglie Tovaglie Antisdrucciolevoli, 140 220cm risultato di un processo, che diventa uno strumento progettuale forte quando prescinde dagli stili e si utilizza come ricerca metodologica. Vigna murata infatti, viene ‘nutrita’ dal suo rapporto con la storia e con il luogo sin dalla sua concezione, un progetto che si inserisce nella campagna romana come una ‘parte’ di citta’, ancorche’ conclusa in se stessa, che diviene ‘bastione’ residenziale autonomo ma non avulso dal contesto.
Il Genius Loci qui viene ‘consultato’ prima del processo progettuale, grazie alla sensibilita’ dell’architetto che vuole HONGLIDoppia testa lampada da parete Ingresso corridoio Balcone corridoio luce Lampada da parete del comodino Lampada da parete a LED Lampada da parete in rame 50 46cm E14ascoltare prima di ‘parlare’. Lo spirito del luogo e’ quindi ‘capito’, assimilato, nelle forme, nei colori, nelle sinergie con l’intorno (presenti e future); un processo di lettura del contesto che genera scelte progettuali felici e durature, che garantiscono non solo vivibilita’ ma quei caretteri distintivi che realizzano l’identificazione degli abitanti con il loro quartiere. Il successo HUO Larghezza verde 4m della Rete dell'ispessimento di crittografia di Protezione Solare della Rete dell'ombra del Sole (colore verde, Dimensioni 4 4m)di Vigna Murata infatti, lo si evince non solo dal punto di vista formale, maanche e sopratutto dalla cura e dedizione degli abitanti che la vivono con orgoglio ogni giorno da ormai 40 anni.

Questo che segue ora è invece il testo che Maurizio Crocco aveva predisposto come incipit.

Ciò che manca alla architettura contemporanea è l’essere parte di un luogo, essere per le persone che quella architettura devono abitare devono vivere ed invece la capacità la cifra caratterizzante dell’opera di Gianfranco Moneta come progettista e come docente, maestro di architettura è proprio questa.Gli anni 70 sono un periodo importante per la realizzazione della edilizia economica e popolare a Roma attraverso il programma della legge 167/62 con la realizzazione di alloggi per 500.000 abitanti, in piani di zona per edilizia sovvenzionata convenzionata. Un dato positivo che purtroppo ha mancato dell’apporto di una architettura capace di rendere in modo adeguato il senso di città e di appartenenza ad un luogo. Non c’è bisogno che lo dica io, è sufficiente ascoltare le testimonianze di chi abita questi luoghi. Questi sono gli insegnamenti del moderno questi sono i principii formulati da Le Corbusier nella Carta di Atene: prevalenza delle tipologie, case in linea, case a torre grandi strade di scorrimento veloce per le macchine. Ed allora, al Laurentino 38, dove si mettono i servizi dove gli spazi di vita comuni? Sui ponti come un autogrill sull’ autostrada. Un modello fallito alla prova dei fatti. Corviale, Piano di zona Casilino, Tiburtino III, Torrevecchia, Vigne Nuove che, all’epoca veniva chiamato Stammheim, l’allora tristemente noto carcere di massima sicurezza tedesco. Stiamo citando progetti realizzatiHongyan Scrivania Pieghevole per La Casa Scrivania da Letto Scrivania Portatile da Tavolo con Vassoio da Colazione +A (colore A1, Dimensioni 60X40X30cm) dal gotha dei progettisti dell’Università di Roma. All’origine di questi progetti, l’ idea di poter risolvere il bisogno dell’abitare all’interno di un contenitore, di un edificio che non ha più rapporto con i gli spazi urbani pubblici, gli spazi della vita comune. Una idea che viene da lontano, dalle utopie di inizio Ottocento con i Falansterii, grandi edifici, che avevano almeno una loro dignità formale, concepiti come edifici regali, nuove Versailles, che diventavano però dimora per il popolo; un idea animata da intenti positivi che si è tradotto però poi in qualcosa che, abbiamo visto, non ha funzionato.

Quel paesaggio naturale aveva creato il paesaggio urbano della Città di Travertino per eccellenza. Ci eravamo ripromessi di andarci. Ci siamo andati, con lo scultore Giuliano Giuliani che quella mattina, dopo il brainstorming radio-nomade con i suoi studenti del Liceo Artistico, ci aveva fatto capire il valore diHY Flower Stand in Legno massello Balcone Living Room Bonsai Indoor Garden Rustic Flower Rack quella pietra che spesso contiene impronte fossili. Nel travertino in sé è inscritto paesaggio, nella sua sedimentazione.

Partiamo dal Pianoro del Colle San Marco e Giuliano ci fa scoprire i suoi “luoghi dell’anima”, scendiamo tra le pieghe di quel Paesaggio Travertino, infilandoci in un bosco verticale. Abbandoniamo i rumori della domenica villeggiante e ci caliamo nel silenzio silvestre. Incontriamo i “trovanti” quei massi erratici che si sono staccati dalla collina (anche per via di terremoti nell’arco di HPLL Flower Stand, Nordic Iron Art Piano-Standing Balcone Soggiorno Ripiano vaso di fiori basamento di fiore (colore NERO)centinaia di migliaia di anni) e Giuliano ci fa notare le diverse colorazioni del travertino. Si passa dallo scuro dell’ossidazione per le intemperie ad un giallo che ricorda il pane. Un colore che sa di buono, come il pane appunto. Siamo a poche centinaia di metri dalla realtà domenicale e ci troviamo immersi in un silenzio che contaminiamo con la nostra conversazione radio-nomade. E’ così, lo sappiamo, ma è anche vero che questo nostro parlare “di fianco” (ben diverso dal parlare “di fronte”) riesce a stabilire un principio d’empatia nel confronto sensibile tra i nostri sguardi, liberando percezioni che vengono così condivise. I HQQ Flower Stand Nordic Iron Floor-Standing Cross Moderno e Minimalista verde Plants Flower Pot Rack per Balcone, Soggiorno (colore Bianca, Dimensioni S.) si basano su questa sensibilità connettiva (alla partenza avevamo già evocato lo sciame ed ad un certo appunto ascoltiamo in radio un audioclip sulla danza delle api), si opera nella discrezione, con i toni bassi, sottraendo rappresentazione: facilitando partecipazione.

Siamo in un luogo scelto da anacoreti, come il Beato Corrado che nel Duecento vi si ritirò da eremita. Troviamo anche le tracceHQQ Stand per Piante Pieghevoli di 3 Piani, Vaso da Fiori in Legno di Pino per Interni ed Esterni di un Monastero Benedettino dell’Alto Medioevo riassorbito dalla natura. Siamo dentro il paesaggio travertino e, anche se solo per un po’, percepiamo (chi più chi meno) che il paesaggio si fa anche interiore.